Le centraline domotiche sono il cuore pulsante dell’impianto in quanto si occupano di collegare i dispositivi al contatore domestico.

Quando si definisce una casa “intelligente”?

Una casa intelligente si basa sulla domotica, la scienza interdisciplinare che studia le tecnologie che mirano a migliorare la qualità della vita all’interno degli edifici. Questa disciplina mira a rendere appunto intelligenti apparecchiature, impianti e sistemi in modo da autoregolare l’accensione degli elettrodomestici in caso di cambiamento delle condizioni atmosferiche o di spegnerli per evitare accumuli eccessivi sul contatore. Dunque quando si può definire una casa “intelligente”?  Si intende un ambiente all’interno del quale, se opportunamente attrezzato e progettato, i sistemi possano svolgere funzioni parzialmente o completamente autonome. Come avviene tutto ciò? La casa intelligente può essere controllata tramite alcune interfacce utente che si mettono in contatto con un sistema di controllo centrale, connettendo i diversi componenti tra di loro.

Come funziona un impianto domotico

Un impianto domotico è in grado di gestire numerose funzioni all’interno di un edificio o un appartamento. In primo luogo viene utilizzato per il riscaldamento e la termoregolazione con la possibilità appunto di regolare la temperatura desiderata, sia d’estate che d’inverno. L’impianto domotico riguarda anche l’illuminazione, andando ad accendere, spegnere o pianificare le luci a seconda della presenza o meno di qualcuno nell’ambiente. L’impianto domotico regola inoltre tra gli altri l’apertura e la chiusura delle porte, i sistemi di allarme, di sicurezza e di videosorveglianza e controlla in generale l’accensione degli elettrodomestici, l’irrigazione del giardino e la diffusione sonora.

Il progetto PowerSharing: quattro centraline domotiche

Un esempio in tal senso viene dal progetto PowerSharing, un programma di condivisione dell’energia che si basa sulla domotica di ultima generazione. Questo sistema è composto da quattro centraline domotiche, che si interfacciano l’una con l’altra in una sinergia unica. L’unità PowerSharing è una vera e propria centrale di efficientamento energetico che analizza i consumi, mentre la EnergyPower sfrutta l’energia che proviene da fonti rinnovabili per assicurare un notevole risparmio in bolletta. La terza di queste centraline domotiche è la GasPower, che si occupa di produrre gas idrogeno andando ad tagliare fino all’80% dei costi del metano. Il tutto avviene in modo estremamente ecologico, con zero emissioni inquinanti. Infine vi è l’Unità AirWash, che è particolarmente indicata per le persone allergiche in quanto permette di purificare l’acqua presente nei tubi della lavatrice e l’aria all’interno di un ambiente, a beneficio della pulizia dei capi e dell’ambiente in cui si vive.